Previous page | 1 2 | Next page

2 agosto Bologna 10.25

Last Update: 8/2/2020 3:09 PM
Author
Vote | Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 18,974
Registered in: 8/3/2014
Location: MONZA
Age: 56
Gender: Male

STAFF IPERCAFORUM



Vincitore del Concorso:
Iper Spettegules 2015
IperUtente 2015
8/1/2020 10:14 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re: Strage Bologna, "giudice inchiesta frequentava capo palestinesi FPLP in Italia"
rufusexc, 01/08/2020 19:24:

Pubblicato il: 23/07/2020 13:29 sul sito dell'Agenzia ADNKRONOS:

Il giudice Aldo Gentile, dal 21 settembre del 1980 titolare dell’istruttoria sulla strage alla stazione ferroviaria di Bologna, frequentava Abu Anzeh Saleh, il giordano di origini palestinesi, ufficialmente studente fuori corso residente proprio a Bologna, ma in realtà capo della struttura clandestina in Italia del Fronte popolare per la Liberazione della Palestina legata alla galassia sanguinaria del superterrorista “Carlos lo sciacallo”. Un personaggio, Saleh, coinvolto nell’inchiesta sul sequestro dei missili di Ortona e intorno al quale ruotano le agghiaccianti minacce palestinesi di ritorsione all’Italia per la sua liberazione proprio a ridosso delle stragi di Ustica e di Bologna.


La clamorosa notizia – e cioè di “un rapporto personale, diretto e privato tra il titolare delle indagini sulla strage e l’uomo dell’FPLP” - è contenuta nel verbale di sommarie informazioni testimoniali rese dal giudice Aldo Gentile (il 7 novembre 2012) al sostituto procuratore Enrico Cieri e al capo della Sezione Antiterrorismo della DIGOS di Bologna Antonio Marotta, nell’ambito del procedimento penale aperto alla fine di luglio 2005 incentrato sulla presenza a Bologna il giorno della bomba di un fedelissimo di Carlos, ovvero il tedesco Thomas Kram (poi indagato e quindi archiviato) compagno della terrorista Christa-Margot Fröhlich (esperta di esplosivi) riconosciuta da un testimone come presente a Bologna (ma anche per la Frohlich uscì indenne dall’inchiesta).

Il sopravvissuto: "Non crediamo a pista palestinese, continueremo a scartarla"

Di questo verbale e delle presunte anomalie processuali intorno al giudice Gentile dà conto il sito ‘Reggio Report’, che scrive: “nello specifico, i due, il giudice istruttore Aldo Gentile e Abu Anzeh Saleh si incontravano regolarmente al bar di via delle Tovaglie, poco distante da Palazzo Baciocchi, allora sede degli uffici giudiziari bolognesi. Gentile ricevette da Saleh anche dei regali, in particolare un bassorilievo in ottone raffigurante il tempio di Gerusalemme, ancora oggi conservato nell’abitazione dell’anziano giudice (99 anni) in pensione, napoletano di nascita, ma bolognese di adozione. “Abu Anzeh Saleh abitava in via delle Tovaglie e frequentava il bar che era di fronte alla sua abitazione. Ci si vedeva… si familiarizzava”, ha dichiarato Gentile.

Pg: 'da Gelli 1 milione di dollari a esecutori

C’è dell’altro. Secondo il sito online “l’ex giudice istruttore del Tribunale di Bologna è stato sentito precisamente per chiarire i motivi che lo spinsero, il 10 settembre 1981, meno di un mese dopo la scarcerazione di Abu Anzeh Saleh - unico fra gli imputati condannati in primo grado a sette anni di reclusione per detenzione e trasporto illegittimo di armi da guerra - a richiedere ai colleghi della Corte d’Appello de L’Aquila il permesso per Saleh di assentarsi da Bologna dove aveva l’obbligo della firma in Questura e recarsi a Roma per una settimana. Il capo dell’FPLP in Italia era stato infatti scarcerato il 14 agosto 1981 (in accoglimento del ricorso presentato dal suo difensore, l’avvocato Edmondo Zappacosta del Foro di Roma, secondo il Sismi legale di fiducia dell’Ambasciata libica a Roma)”.

10 domande ancora senza risposta sulla strage dall'intergruppo parlamntare

“Siccome questo stava sempre lì, ci si salutava e si scherzava – ha dichiarato Gentile a verbale – Assolutamente mai cose professionali”. Eppure, il 10 settembre 1981, è proprio lui, Gentile, sempre secondo il sito Reggio Report – “a trasmettere quel fonogramma ai colleghi de L’Aquila per autorizzare Saleh a recarsi una settimana a Roma. “Poi sono andato a Roma, sono dovuto andare da… non mi ricordo come si chiama, comunque era il fiduciario dell’OLP a Roma il quale mi disse che Abu Saleh era un suo agente e precisamente il suo agente a Bologna”, ha aggiunto Gentile.

Il 2 agosto Casellati a Bologna

Ma il sito Reggio Report scrive di più: “alla domanda cruciale posta dal sostituto procuratore Enrico Cieri sul perché Gentile chiese, nell’ambito dell’istruttoria sulla strage, l’autorizzazione per Saleh a recarsi a Roma immediatamente dopo la sua scarcerazione, si chiude a riccio e risponde: “Non mi ricordo, assolutamente non mi ricordo”. E ancora. “La cosa sorprendente è che Gentile – riporta sempre ‘Reggio Report’ – è che il conserva buona memoria di gran parte di quello che ha fatto in quegli anni (…) ma non ricorda perché si interessò personalmente a chiedere quella autorizzazione a favore di Abu Anzeh Saleh e, soprattutto, su chi lo sollecitò per mandare il capo dell’FPLP in Italia a Roma subito dopo la sua scarcerazione”. Il sito Reggio Report, a questo punto, elenca alcune presunte anomalie nella ricostruzione dell’autorità giudiziaria.

Tra queste il particolare che il giudice Gentile avrebbe, per sua stessa ammissione, ricevuto un regalo da Saleh, e poi che (sempre Gentile) avrebbe tirato in ballo anche gli ex colleghi Giorgio Floridia e Vito Zincani, affermando che anche loro avrebbero conosciuto e frequentato Saleh. “Floridia e Zincani, sentiti a verbale, hanno preso le distanze da quelle affermazioni e hanno smentito in modo categorico la versione fornita da Gentile”.


p.s.: pliskiss forse la pista Palestinese non è del tutto da escludere. L'Italia è stata per anni il campo di battaglia dei servizi segreti e dei terroristi internazionali.
Certo è che sarà difficile, come altre stragi, morti eccelenti e attentati di sapere la verità.




infatti

l'86ma vittima è palestinese

85 vittime con il corpo di Maria Fresu che è sparito


a Bologna quella mattina c'erano tutti , tranne Fioravanti e Mambro che stavano in Veneto ospiti di un Camerata che poi risulterà pure lui con un punto di domanda

a Bologna c'erano i servizi segreti alle calcagne dei terroristi tedeschi di Carlos , Thomas Kram che risulterà che ha alloggiato la notte prima in un albergo vicino alla stazione

più qualche fascista mandato li' di proposito e come la storia narra pure qualche d'uno della Magliana, il tutto per poi depistare il casino

quell'esplosivo serviva per altro obbiettivo e si dice per far evadere questi in un carcere in Umbria

"""""La ritorsione era nell'aria a causa dell'arresto nel novembre del 1979 a Ortona di tre esponenti del Collettivo di via dei Volsci, tra cui il loro leader Daniele Pifano, mentre su un furgone trasportavano due missili terra-aria Strela-2 che appartenevano all’Fplp, l’organizzazione palestinese di matrice marxista aderente all’Olp che in Europa operava con il gruppo del terrorista internazionale Carlos lo Sciacallo denominato 'Separat'. Insieme a loro viene arrestato anche il rappresentante dell’Fplp in Italia Abu Saleh. L'Olp, nel 1980, chiede la loro liberazione, minacciando rappresaglie in caso di riposta negativa.""""


mio parere


la valigia non è stata abbandonata, il custode della valigia c'era e gli era appena stata consegnata, la valigia è esplosa accidentalmente o per il caldo o perchè il timer è stato manomesso forse apposta o forse no


versione uguale di Cossiga e Gelli prima di morire "" a Bologna ci fù un incidente""


il terrorismo Internazionale era vasto e pieno di piste con tanti intrecci e servizi segreti


lO Stato sà e i documenti segreti ci sono, ma non si tira in ballo niente per non inguaiare paesi dopo 40 anni


Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 2 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]
Vecchio Conio (61 posts, agg.: 8/19/2020 11:53 PM)
2 agosto Bologna 10.25 (1 post, agg.: 8/1/2017 2:57 PM)

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 1:03 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com

IperCaforum il forum degli ipercafoni e delle ipercafone