Previous page | 1 | Next page

6 Agosto 1945: Bombardamento atomico di Hiroshima

Last Update: 8/7/2020 10:55 AM
Author
Vote | Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 5,402
Registered in: 6/23/2005
Location: ROMA
Age: 53
Gender: Male

Utente Power



8/6/2020 2:35 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Oggi ricorre l’anniversario: il mattino del 6 agosto 1945 alle 8.16, l’Aeronautica militare statunitense lanciò la bomba atomica “Little Boy” sulla città giapponese di Hiroshima, seguita tre giorni dopo dal lancio dell’ordigno “Fat Man” su Nagasaki.



Il mattino del 6 agosto 1945 alle 8.16, l'Aeronautica militare statunitense lanciò la bomba atomica "Little Boy" sulla città giapponese di Hiroshima, seguita tre giorni dopo dal lancio dell'ordigno "Fat Man" su Nagasaki. Il numero di vittime dirette è stimato da 100.000 a 200.000[1], quasi esclusivamente civili. Per la gravità dei danni diretti ed indiretti causati dagli ordigni, e per il fatto che si è trattato del primo e unico utilizzo in guerra di tali armi, i due attacchi atomici vengono considerati fra gli episodi bellici più significativi dell'intera storia dell'umanità.

Il bombardamento di Hiroshima

La scelta della data del 6 agosto si basò sul fatto che nei giorni precedenti diverse nubi stratificate coprivano la città, mentre il giorno dell'attacco il tempo era variabile. Per la scelta fu deciso di far decollare, prima della missione vera e propria, un B-29 senza armamento, il cui compito era quello di indicare al comando la situazione del tempo sopra le città scelte per lo sgancio. Quando gli altri B-29Hiroshima. Tutti i dettagli, la pianificazione precisa, della tabella di volo, la bomba a gravità, l'armamento della bomba con i suoi 60 kg di 235U (uranio 235), vennero studiati nei minimi particolari e tutto si svolse così come era stato stabilito a tavolino. stavano già volando ricevettero l'ok per bombardare

Circa un'ora prima del bombardamento, la rete radar giapponese lanciò un allarme immediato, rilevando l'avvicinamento di un gran numero di velivoli americani diretti nella zona meridionale del Giappone. L'allarme venne diffuso anche attraverso trasmissioni radio in moltissime città del Giappone, e fra queste anche Hiroshima. Gli aerei si avvicinarono alle coste dell'arcipelago giapponese a un'altezza molto elevata.

Poco prima delle 08:00, la stazione radar di Hiroshima stabilì che il numero di velivoli entrati nello spazio aereo giapponese era basso, probabilmente non più di tre, perciò l'allarme aereo venne ridimensionato (il comando militare giapponese infatti aveva deciso, per risparmiare il carburante, di non far alzare in volo i propri aerei per le formazioni aeree americane di piccole dimensioni). I tre aeroplani americani erano i bombardieri Enola Gay, The Great Artiste e un altro aereo, in seguito chiamato Necessary Evil, cioè "Male necessario" (l'unica funzione di questo aereo fu quello di documentare, attraverso una serie di fotografie, gli effetti dell'impiego dell'arma atomica).

Il normale allarme aereo non venne azionato, dato che veniva normalmente attivato solo all'approssimarsi dei bombardieri. Alle 08:15 l'Enola Gay lanciò "Little Boy" sul centro di Hiroshima. L'esplosione si verificò a 580 metri dal suolo, con uno scoppio equivalente a 13 chilotoni, uccidendo sul colpo tra le 70.000 e le 80.000 persone. Circa il 90% degli edifici venne completamente raso al suolo.

Testimone oculare del bombardamento di Hiroshima fu il padre gesuita e futuro generale dei gesuiti Pedro Arrupe, che allora si trovava in missione in Giappone presso la comunità cattolica della città e che portò aiuto ai sopravvissuti. Riguardo al bombardamento atomico egli scrisse:

« Ero nella mia stanza con un altro prete alle 8.15, quando improvvisamente vedemmo una luce accecante, come un bagliore al magnesio. Non appena aprii la porta che si affacciava sulla città, sentimmo un'esplosione formidabile simile al colpo di vento di un uragano. Allo stesso tempo porte, finestre e muri precipitarono su di noi in pezzi. Salimmo su una collina per avere una migliore vista. Da lì potemmo vedere una città in rovina: di fronte a noi c'era una Hiroshima decimata. Poiché ciò accadde mentre in tutte le cucine si stava preparando il primo pasto, le fiamme, a contatto con la corrente elettrica, entro due ore e mezza trasformarono la città intera in un'enorme vampa. Non dimenticherò mai la mia prima vista di quello che fu l'effetto della bomba atomica: un gruppo di giovani donne, di diciotto o venti anni, che si aggrappavano l'un l'altra mentre si trascinavano lungo la strada. Continuammo a cercare un qualche modo per entrare nella città, ma fu impossibile. Facemmo allora l'unica cosa che poteva essere fatta in presenza di una tale carneficina di massa: cademmo sulle nostre ginocchia e pregammo per avere una guida, poiché eravamo privi di ogni aiuto umano. L'esplosione ebbe luogo il 6 agosto. Il giorno seguente, il 7 agosto, alle cinque di mattina, prima di cominciare a prenderci cura dei feriti e seppellire i morti, celebrai Messa nella casa. In questi momenti forti uno si sente più vicino a Dio, sente più profondamente il valore dell'aiuto di Dio. In effetti ciò che ci circondava non incoraggiava la devozione per la celebrazione per la Messa. La cappella, metà distrutta, era stipata di feriti che stavano sdraiati sul pavimento molto vicini l'uno all'altro mentre, soffrendo terribilmente, si contorcevano per il dolore »

_________________

"feriscono il mio cuore
d'un languore
monotono."
Paul Verlaine
OFFLINE
Post: 19,015
Registered in: 8/3/2014
Location: MONZA
Age: 56
Gender: Male

STAFF IPERCAFORUM



Vincitore del Concorso:
Iper Spettegules 2015
IperUtente 2015
8/6/2020 3:18 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

""""Circa un'ora prima del bombardamento, la rete radar giapponese lanciò un allarme immediato, rilevando l'avvicinamento di un gran numero di velivoli americani diretti nella zona meridionale del Giappone. L'allarme venne diffuso anche attraverso trasmissioni radio in moltissime città del Giappone, e fra queste anche Hiroshima. Gli aerei si avvicinarono alle coste dell'arcipelago giapponese a un'altezza molto elevata.

Poco prima delle 08:00, la stazione radar di Hiroshima stabilì che il numero di velivoli entrati nello spazio aereo giapponese era basso, probabilmente non più di tre, perciò l'allarme aereo venne ridimensionato (il comando militare giapponese infatti aveva deciso, per risparmiare il carburante, di non far alzare in volo i propri aerei per le formazioni aeree americane di piccole dimensioni). I tre aeroplani americani erano i bombardieri Enola Gay, The Great Artiste e un altro aereo, in seguito chiamato Necessary Evil, cioè "Male necessario" (l'unica funzione di questo aereo fu quello di documentare, attraverso una serie di fotografie, gli effetti dell'impiego dell'arma atomica).""""""""""


robe da pazzi e non c'è guerra che tiene, qui si è andati oltre la guerra

atto assassino crudele dell'essere umano

documentario filmato e fotografato che hai ammazzato migliaia di persone ??

I Nazisti non erano solo in Germania, ma c'erano pure in America
OFFLINE
Post: 5,415
Registered in: 6/23/2005
Location: ROMA
Age: 53
Gender: Male

Utente Power



8/6/2020 4:54 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:
pliskiss, 06/08/2020 15:18:

""""Circa un'ora prima del bombardamento, la rete radar giapponese lanciò un allarme immediato, rilevando l'avvicinamento di un gran numero di velivoli americani diretti nella zona meridionale del Giappone. L'allarme venne diffuso anche attraverso trasmissioni radio in moltissime città del Giappone, e fra queste anche Hiroshima. Gli aerei si avvicinarono alle coste dell'arcipelago giapponese a un'altezza molto elevata.

Poco prima delle 08:00, la stazione radar di Hiroshima stabilì che il numero di velivoli entrati nello spazio aereo giapponese era basso, probabilmente non più di tre, perciò l'allarme aereo venne ridimensionato (il comando militare giapponese infatti aveva deciso, per risparmiare il carburante, di non far alzare in volo i propri aerei per le formazioni aeree americane di piccole dimensioni). I tre aeroplani americani erano i bombardieri Enola Gay, The Great Artiste e un altro aereo, in seguito chiamato Necessary Evil, cioè "Male necessario" (l'unica funzione di questo aereo fu quello di documentare, attraverso una serie di fotografie, gli effetti dell'impiego dell'arma atomica).""""""""""


robe da pazzi e non c'è guerra che tiene, qui si è andati oltre la guerra

atto assassino crudele dell'essere umano

documentario filmato e fotografato che hai ammazzato migliaia di persone ??

I Nazisti non erano solo in Germania, ma c'erano pure in America



Quella di filmare o fotografare dopo un bombardamento era una pratica usuale nella WWII. Serviva a vedere gli effetti del bombardamento e a stabilire se era necessario ripetere l'operazione. Ovviamente, in questo caso, visto il nuovo tipo di bomba, era necessario sapere gli effetti del suo utilizzo.
Adesso le cose sono differenti, perché in tempo reale vedono immediatamente gli effetti del bombardamento, grazie ai sistemi di guida delle armi, dai droni, dai satelliti; strumenti che all'epoca non c'erano.


_________________

"feriscono il mio cuore
d'un languore
monotono."
Paul Verlaine
OFFLINE
Post: 2,192
Registered in: 2/19/2012
Location: MILANO
Age: 28
Gender: Male

Utente Power



8/6/2020 11:38 PM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re:
pliskiss, 06/08/2020 15:18:

robe da pazzi e non c'è guerra che tiene, qui si è andati oltre la guerra

atto assassino crudele dell'essere umano

documentario filmato e fotografato che hai ammazzato migliaia di persone ??

I Nazisti non erano solo in Germania, ma c'erano pure in America




Ormai abbiamo conosciuto bene gli statunitensi, in tante diverse occasioni hanno mostrato di essere assassini senza etica e senza umanità,
persino sul nostro territorio abbiamo visto quel che hanno fatto nel caso del Cermis, ma ricordiamo ancora le atrocità ricordate anche tramite la ricostruzione filmica de "La Ciociara" (Premio Oscar)
OFFLINE
Post: 5,469
Registered in: 6/23/2005
Location: ROMA
Age: 53
Gender: Male

Utente Power



8/7/2020 10:55 AM
 
Modify
 
Delete
 
Quote

Re: Re:
camilllo mandrilllo, 06/08/2020 23:38:




Ormai abbiamo conosciuto bene gli statunitensi, in tante diverse occasioni hanno mostrato di essere assassini senza etica e senza umanità,
persino sul nostro territorio abbiamo visto quel che hanno fatto nel caso del Cermis, ma ricordiamo ancora le atrocità ricordate anche tramite la ricostruzione filmica de "La Ciociara" (Premio Oscar)



Hai i ricordi un poco confusi! I soldati che compirono gli stupri, torture e massacri ricordati nel film "La Ciociara", non erano americani, ma bensì truppe coloniali francesi, infatti quegli episodi sono ricordati come "marocchinate".
Questi soldati si erano già resi colpevoli di atti simili in Sicilia e si ripeteranno anche in Toscana. Alla fine verranno trasferiti sul Fronte Tedesco nella Foresta Nera e, anche lì si renderanno colpevoli degli stessi crimini compiuti in Italia. Il papa Pio XII chiese a De Gaulle di prendere provvedimenti.
Alla fine alcuni che vennero colti sul fatto vennero immediatamente fucilati, altri vennero condannati a varie pene detentive.

Durante la WWII tutte le parti in lotta compirono crimini, chi più chi meno, nessuno risultò estraneo. Quello che li distingue l'uno dall'altro è solo quanto gravi erano i loro crimini.


_________________

"feriscono il mio cuore
d'un languore
monotono."
Paul Verlaine
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
 | 
Reply
Cerca nel forum
Tag discussione
Discussioni Simili   [vedi tutte]

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:33 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com

IperCaforum il forum degli ipercafoni e delle ipercafone