Abruzzo, valanga sul Gran Sasso travolge hotel Rigopiano

Full Version   Print   Search   Utenti   Join     Share : FacebookTwitter
Pages: 1, [2]
Arcanna Jones
20Sunday, January 22, 2017 8:00 PM
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
pliskiss, 22/01/2017 19.55:



Se hai i soldi si, palazzi d'epoca con tanto di portineria con portinai pronti a dare il culo per i Patrizi, zona stra controllata da telecamere anche per presenza tante banche, negozi che a guardare i prezzi delle vetrine c'è da prendere un canne e mozze e tirare giù tutto, moglie e figlie di avvocati,giudici e dottori assidue frequentatrici, poiche la crisi non le tocca.
Basta una causa o un processino di papà che con le sue conoscenze risolve sempre tutto.
Grazie papà che mi consenti di abitare in una zona alto rango, cosi non perdo i miei amici del mio rango che pippano roba buona.




Mica me la devo comprare casa in quel quartiere, però potrei cercare un appartamento in affitto da dividere con qualche giovane avvocato che gli fa comodo stare in zona... [SM=x44461]
pliskiss
10Sunday, January 22, 2017 8:45 PM
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
Arcanna Jones, 22/01/2017 20.00:




Mica me la devo comprare casa in quel quartiere, però potrei cercare un appartamento in affitto da dividere con qualche giovane avvocato che gli fa comodo stare in zona... [SM=x44461]



Non trovare avvocati dalle cause perse, se no non ci paghi manco la monnezza [SM=x44458]
pliskiss
10Monday, January 23, 2017 12:22 AM
Chi ha ricevuto questo email deve stare con la coscienza sporca.


Il 18 gennaio scorso, dopo il succedersi di scosse sismiche e di intense nevicate, l'amministratore unico dell'hotel Rigopiano, Bruno Di Tommaso, ha mandato una mail al Prefetto di Pescara, al presidente della Provincia, alla polizia provinciale e al sindaco di Farindola, segnalando che "la situazione" stava diventando "preoccupante" e chiedeva di "predisporre un intervento". "I clienti sono terrorizzati dalle scosse sismiche e hanno deciso di restare all'aperto", scriveva il direttore, "non potendo ripartire a causa delle strade bloccate".

Questo il testo completo del messaggio spedito via e-mail da Di Tommaso.

"Vi comunichiamo che a causa degli ultimi eventi la situazione è diventata preoccupante. In contrada Rigopiano ci sono circa 2 metri di neve e nella nostra struttura al momento 12 camere occupate (oltre al personale). Il gasolio per alimentare il gruppo elettrogeno dovrebbe bastare fino a domani, data in cui ci auguriamo che il fornitore possa effettuare la consegna. I telefoni invece sono fuori servizio. I clienti sono terrorizzati dalle scosse sismiche e hanno deciso di restare all'aperto. Abbiamo cercato di fare il possibile per tranquillizzarli ma, non potendo ripartire a causa delle strade bloccate, sono disposti a trascorrere la notte in macchina. Con le pale e il nostro mezzo siamo riusciti a pulire il viale d'accesso, dal cancello fino alla Ss42. Consapevoli delle difficoltà generali, chiediamo di predisporre un intervento al riguardo. Certi della vostra comprensione, restiamo in attesa di un cenno di riscontro".


Etrusco
10Monday, January 23, 2017 12:33 AM
pliskiss, 22/01/2017 20.45:



Non trovare avvocati dalle cause perse, se no non ci paghi manco la monnezza [SM=x44458]




Che vinca o che perda all'Avvocato gli si deve pagare sempre l'onorario [SM=x44461]
pliskiss
10Monday, January 23, 2017 12:44 AM
Re:
Etrusco, 23/01/2017 00.33:




Che vinca o che perda all'Avvocato gli si deve pagare sempre l'onorario [SM=x44461]



Chiedere a Di Pietro quali erano le cause che portavano più soldi? [SM=x44458] c'è causa e causa [SM=x44473]
c'eraunavodka
10Monday, January 23, 2017 11:14 AM
Re: Re:
pliskiss, 23/01/2017 00.44:



Chiedere a Di Pietro quali erano le cause che portavano più soldi? [SM=x44458] c'è causa e causa [SM=x44473]




Però adesso non aprire una teoria del complotto anche sulla categoria degli avvocati, con la liberalizzazione delle tariffe molti piccoli studi faticano a far quadrare i bilanci, c'è tanto lavoro e il guadagno non è più come una volta, quando anche il numero di avvocati era minore, oggi invece abbiamo più avvocati nella sola capitale che in tutta la Francia!
c'eraunavodka
10Monday, January 23, 2017 11:22 AM
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
pliskiss, 22/01/2017 17.44:



Bisogna vedere quanto denaro hai [SM=x44458] gli avvocati non è che fanno beneficenza, più la causa va avanti più si fanno monetizzare(chiedere a vodka) [SM=x44450] e quando monetizzi per questi si va a botte di centoni uno dietro l'altro, poi è tutta gente che fa parte dello stesso circuito, giudici e avvocati, si conoscono tutti quanti.
C'è poi tra l'altro un sacco di avvocati che si fanno pagare in nero



Plis non è proprio così,
se un contenzioso va avanti anni il prezzo da pagare per il cliente dipende da tante cose e da cosa deve fare nel frattempo il suo legale.
Ti faccio qualche esempio,
se il legale deve limitarsi a fare solo lettere di diffide agli uffici competenti della pubblica amministrazione il prezzo è intorno ai 150€ + una piccola percentuale per la cassa avvocati + iva, cioè poco meno di 200€.
Se devi fare una lettera per giungere ad un accordo stragiudiziale, fuori dal tribunale, trovando un compromesso tra le parti, il prezzo si riduce ancora di più.
Ma se devi fare un ricorso al TAR allora i prezzi salgono, circa 600€ per le sole spese vive dello studio legale che prepara il ricorso, più tutte le altre spese accessorie, più le spese legali per il secondo studio legale che se necessario va nominato per motivi di praticità logistica... tradotto sei già sopra ai 2mila € e non è detto che risolvi tutto.
Se fai ricorso ad un tribunale civile le spese sono di poco inferiori.
In ogni caso devi valutare se il gioco vale la candela, se è una cosa seria e necessaria si passa alle vie legali, altrimenti, contro i miei interessi, consiglio sempre ai miei clienti di trovare altre soluzioni, meno costose e più rapide.
Etrusco
10Monday, January 23, 2017 12:34 PM
Grazie Vodka, adesso abbiamo un tariffario aggiornato [SM=x44515]
pliskiss
10Monday, January 23, 2017 3:06 PM
Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re: Re:
c'eraunavodka, 23/01/2017 11.22:



Plis non è proprio così,
se un contenzioso va avanti anni il prezzo da pagare per il cliente dipende da tante cose e da cosa deve fare nel frattempo il suo legale.
Ti faccio qualche esempio,
se il legale deve limitarsi a fare solo lettere di diffide agli uffici competenti della pubblica amministrazione il prezzo è intorno ai 150€ + una piccola percentuale per la cassa avvocati + iva, cioè poco meno di 200€.
Se devi fare una lettera per giungere ad un accordo stragiudiziale, fuori dal tribunale, trovando un compromesso tra le parti, il prezzo si riduce ancora di più.
Ma se devi fare un ricorso al TAR allora i prezzi salgono, circa 600€ per le sole spese vive dello studio legale che prepara il ricorso, più tutte le altre spese accessorie, più le spese legali per il secondo studio legale che se necessario va nominato per motivi di praticità logistica... tradotto sei già sopra ai 2mila € e non è detto che risolvi tutto.
Se fai ricorso ad un tribunale civile le spese sono di poco inferiori.
In ogni caso devi valutare se il gioco vale la candela, se è una cosa seria e necessaria si passa alle vie legali, altrimenti, contro i miei interessi, consiglio sempre ai miei clienti di trovare altre soluzioni, meno costose e più rapide.



Andare in galera [SM=x44458]

grazie x il listino Vodka [SM=x44450]
Etrusco
10Monday, January 23, 2017 4:59 PM
pliskiss, 23/01/2017 15.06:



Andare in galera [SM=x44458]




Ma perchè pensi subito a cause di natura penale? [SM=x44452]

Da come parla Vodka penso che si riferisse a cause civili che poi sono le più frequenti [SM=x44461]
Etrusco
20Monday, January 23, 2017 7:01 PM
"Una massa pari a 300 mila metri cubi si stacca dal canalone prospiciente l'hotel e si abbatte, alla velocita' di 100 km orari, non direttamente sull'albergo ma sul conoide detritico che, posto allo sbocco del vallone, rappresenta la formazione affiorante su cui poggiano le fondazioni del resort ! Un conoide di deiezione e' un sedimento formato da ghiaie e ciottoli, dello spessore di 10-15 metri, ivi depostosi per il trasporto detritico operato da acque e neve in scioglimento dallo stesso vallone!
Una formazione geologica recente, qualche millennio di anni, non di piu'! Il detrito, quindi, pur essendo molto addensato, non e' cementato, e' un accumulo gigantesco di sassi formante un grande cono con il vertice poggiato all'uscita del canalone! Ebbene, la potenza distruttrice della massa nevosa colpisce in pieno la formazione geologica, la sospinge dieci metri piu' avanti, con l'hotel che "naviga" su di essa ! Avendo maggiore attrito con il basamento, il conoide viene sormontato dalla massa nevosa, che invece viaggia velocissima su un cuscino d'aria intrappolato alla sua base ! Sommerso dalla massa nevosa, anche l'hotel viene travolto come tutto il conoide, inesorabilmente ! La natura ha ripristinato il suo equilibrio, forse scatenato da un sisma che viene amplificato dagli effetti locali di cresta ! I fenomeni naturali sommano i loro effetti, cio' che si ritiene possa avere una probabilita' su un milione, cioe' la concomitanza del sisma con un evento nevoso massimo, invece, si verifica ! Puntualmente......! Ed il prezzo e' altissimo, anche stavolta !"
(Domenico Belcastro)
Etrusco
20Monday, January 23, 2017 7:07 PM
Nella perfetta confluenza di due canaloni giganteschi:

"Da un rapido esame della morfogenesi del versante che grava sull'area di insediamento dell'hotel colpito dalla slavina si osserva:
una valle molto incisa, scoscesa, quindi ad evoluzione recente, che taglia distintamente una antica valle glaciale;
la testa di questa giovane valle mostra distintamente i segni di attiva erosione crionivale, con formazione di solchi fin sulla cresta;
formazione di un canale molto profondo, una forra, con carsismo attivo, segno di una elevata energia erosiva recente di tipo crionivale.
Un'area, quindi, dove il manto nevoso esercita un'attiva azione modellatrice dinamica
, sia attraverso il ciclo di fusione che tramite processi di trasporto parossistico (valanghe), queste ultime generate dalla pendenza critica del crinale (medio-bassa capacità di accumulo nevoso).
Il conoide detritico su cui poggia l'hotel e le altre strutture ricettive sono il prodotto, recente, dell'erosione e trasporto cui è soggetto il versante.
Un sito dove l'azione delle valanghe, dunque, doveva essere già conosciuta !
La natura lascia i suoi segni sul territorio, non è mai traditrice ! Un pensiero a chi ha pagato con la vita per tutto ciò!"
(Domenico Belcastro)
Etrusco
20Monday, January 23, 2017 7:30 PM
"Sono geologo e sono stato tenente degli Alpini. Alla scuola militare alpina ci hanno insegnato tutto sulla neve. Ho anche dormito sotto la neve in inverno, scavando un igloo. Conosco i rischi da entrambe le parti, da Geologo e da Alpino. Nessuno cambierá mai la mia idea, ripeto soltanto mia, che il posto era a forte rischio causa valanghe. Putroppo questo é successo. Ci insegnavano negli Alpini i pericoli della neve; ci insegnavano che le reti in acciaio paravalanghe erano una delle soluzioni, che andavano messe a monte, ben forti ed ancorate, vicino ai luoghi di distacco, altrimenti sono inutili. Cosí fanno i veri montanari nelle Alpi. Sono stato in Svizzera, Austria e Alpi italiane e queste precauzioni sono la norma. Ma questo purtroppo, per varie cause, non é stato fatto al Gran Sasso, la vetta piú alta degli Appennini. Inoltre alla base di un canalone alto 1000 metri, come vedete in figura, con due grandi nicchie di distacco, evidenti anche a un giovane osservatore, non si doveva costruire nulla, specie un hotel a 4 stelle che puó avere un centinaio di clienti. É una questione di rischio. In una scala da 1 a 10 il rischio per me era 9. Punto. La baita raffigurata da qualcuno in foto antiche negli anni 20, poi 50 e 70 veniva usata raramente dal Cai e da persone esperte (non clienti) e comunque da poche persone. Oggi invece l'hotel ha avuto moltissimi ospiti (troppi purtroppo). Gli effetti li vediamo. Non é successo nulla per 80 anni ? Sicuro ? Piccole slavine non avvennero? Mi dicono di si che ci furono. In ogni caso oggi vediamo purtroppo i terribili risultati, per una super concausa tripla: neve abbondantissima e instabile con vento, sisma con probabile distacco basale e riscaldamento globale che oggi, non negli anni 20, crea effetti terribili climatici estremi e di lunga durata. Questo é documentato scientificamente. Il rischio é stato questo. Andrebbe tutto ricontrollato con gente esperta, preparara e con fondi a disposizione, meno burocrazia e piú prevenzione. La Natura si riprende prima o poi sempre i suoi spazi e noi non siamo i padroni ma gli ospiti."

(Paolo Monaco, Geologo)
c'eraunavodka
20Monday, January 23, 2017 7:49 PM
Purtroppo gli uffici della sovrintendenza che approva certi progetti, insieme a quelli del genio civile e dei tecnici comunali andrebbero profondamente rivisti, iniziando a licenziare i dirigenti che firmano a cuor leggero, senza esaminare nulla, fidandosi troppo dei loro collaboratori se non, peggio, in mala fede o altro...
pliskiss
20Monday, January 23, 2017 7:51 PM
metto una mia foto

La slavina è scesa, se non scendeva niente disgrazia, però mi fa piacere far vedere dove sorgeva questo albergo stellato poi abbandonato al proprio destino( con tutta la gente naturalmente)

Io non vado mai in montagna(non mi piace) a mio parere chi ci va in questi periodi invernali consiglio consultare la posizione luogo su una mappa satellitare e trarre le proprie valutazioni se è rischio no?
Tenere presente che una volta su li' non ti aiuta nessuno.

Etrusco
10Tuesday, January 24, 2017 1:41 AM
Re:
pliskiss, 23/01/2017 19.51:



Io non vado mai in montagna(non mi piace) a mio parere chi ci va in questi periodi invernali consiglio consultare la posizione luogo su una mappa satellitare e trarre le proprie valutazioni se è rischio no?
Tenere presente che una volta su li' non ti aiuta nessuno.





Ma infatti, anche chi va in montagna, soprattutto con queste condizioni meteo molto avverse, dovrebbe scegliere in maniera più consapevole l'alloggio, come anche tutto l'itinerario da fare, non ci si può improvvisare avventurieri della montagna, né si può andare a ficcarsi nei guai per poi pretendere che qualcuno, mettendo a repentaglio la sua vita, venga a salvarci.


Comunque se ci fosse lo Stato, con i suoi uffici funzionanti, hotel come questo non esisterebbero nemmeno, eliminando il problema alla radice.
lady considine
10Tuesday, January 24, 2017 11:30 AM
Non so se prendermela più coi turisti incoscienti
o con gli speculatori assetati di denaro che vanno a costruire dove non si dovrebbe e senza nemmeno mettere in sicurezza quello che hanno sopra le loro teste!
Pipallo
20Tuesday, January 24, 2017 12:52 PM
Re:
Etrusco, 23/01/2017 19.30:

" Inoltre alla base di un canalone alto 1000 metri, come vedete in figura, con due grandi nicchie di distacco, evidenti anche a un giovane osservatore, non si doveva costruire nulla, specie un hotel a 4 stelle che puó avere un centinaio di clienti. É una questione di rischio. In una scala da 1 a 10 il rischio per me era 9. Punto. La baita raffigurata da qualcuno in foto antiche negli anni 20, poi 50 e 70 veniva usata raramente dal Cai e da persone esperte (non clienti) e comunque da poche persone. Oggi invece l'hotel ha avuto moltissimi ospiti (troppi purtroppo). Gli effetti li vediamo. Non é successo nulla per 80 anni ? Sicuro ? Piccole slavine non avvennero? Mi dicono di si che ci furono. In ogni caso oggi vediamo purtroppo i terribili risultati, per una super concausa tripla: neve abbondantissima e instabile con vento, sisma con probabile distacco basale e riscaldamento globale che oggi, non negli anni 20, crea effetti terribili climatici estremi e di lunga durata. Questo é documentato scientificamente. Il rischio é stato questo. Andrebbe tutto ricontrollato con gente esperta, preparara e con fondi a disposizione, meno burocrazia e piú prevenzione. La Natura si riprende prima o poi sempre i suoi spazi e noi non siamo i padroni ma gli ospiti."

(Paolo Monaco, Geologo)



Ma se al posto di quell'albergo di lusso fino a 40 anni fa c'era solo un rifugio usato dagli addetti ai soccorsi alpini e solo raramente... ci sarà stato un motivo?
Spero che venga sbattuto subito in carcere chi ha firmato le carte per trasformare quel rifugio in una struttura ricettiva di quelle dimensioni, una trappola mortale! Vengano messi subito tutti in galera prima che facciano altri danni!


lady considine
10Tuesday, January 24, 2017 3:19 PM
E adesso anche l'altra news, l'elicottero dei soccorritori schiantatosi in una gola mentre volava in mezzo alla nebbia... tutti precipitati: soccorritori e soccorsi...
Etrusco
10Thursday, November 30, 2017 11:09 AM
Re: Re:
Pipallo, 24/01/2017 12.52:



Ma se al posto di quell'albergo di lusso fino a 40 anni fa c'era solo un rifugio usato dagli addetti ai soccorsi alpini e solo raramente... ci sarà stato un motivo?
Spero che venga sbattuto subito in carcere chi ha firmato le carte per trasformare quel rifugio in una struttura ricettiva di quelle dimensioni, una trappola mortale! Vengano messi subito tutti in galera prima che facciano altri danni!






Purtroppo ci sono molti responsabili, molte autorità di vario ambito hanno apposto le loro firme. Uno di questi la settimana scorsa è arrivato al punto di non reggere più i rimorsi di coscienza per quelle autorizzazioni e si è suicidato per i sensi di colpa, era un generale dei Carabinieri ex Forestale... Ma ancora tanti altri rimangono coinvolti nei processi.
raggio di luna78
10Thursday, November 30, 2017 11:22 AM
Ieri leggevo l'intercettazione tra alcuni dirigenti abruzzesi, uno di loro cercava di far capire agli altri la gravità della situazione con tutti i rischi del caso, ma gli altri erano molto superficiali per gli incarichi che rivestivano, con quelle teste era questione di tempo, ma prima o poi se non fosse stata questa avrebbero determinato qualche altra sciagura per la collettività....


Adesso si meritano solo delle pene esemplari, che rimangano da monito per altri dirigenti come loro.
Etrusco
10Tuesday, December 5, 2017 7:36 PM
Re:
raggio di luna78, 30/11/2017 11.22:

Ieri leggevo l'intercettazione tra alcuni dirigenti abruzzesi, uno di loro cercava di far capire agli altri la gravità della situazione con tutti i rischi del caso, ma gli altri erano molto superficiali per gli incarichi che rivestivano, con quelle teste era questione di tempo, ma prima o poi se non fosse stata questa avrebbero determinato qualche altra sciagura per la collettività....


Adesso si meritano solo delle pene esemplari, che rimangano da monito per altri dirigenti come loro.




In Abruzzo per qualche sfortunata coincidenza si sono combinate troppe persone sbagliate nei posti decisionali più importanti sia per gestire quest'emergenza, ma soprattutto molto prima a livello preventivo, perchè se chi doveva respingere quelle autorizzazioni a costruire avesse fatto tutto il suo dovere, secondo le vigenti normative, questa ed altre sciagure non si sarebbero verificate. [SM=x44465] [SM=x44474]
Questa è la versione 'lo-fi' del Forum Per visualizzare la versione completa click here
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 2:16 PM.
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com