30 8/29/2017 12:56 PM
Re:
Pipallo, 29/08/2017 09.17:

No Plis questo mi sembra troppo incredibile, sa tanto di fake
un profilo social fittizio per andare a trolleggiare sulle bacheche che i giornali on line lasciano aperte per i commenti dei lettori,
ma vediamo se questo nome esiste davvero tra i collaboratori delle cooperative



La vergogna di Abid Jee continua. Il mediatore culturale (islamico) è stato licenziato dalla cooperativa Lai-Momo di Bologna per cui lavorava a causa del brutale commento su Facebook sullo stupro in spiaggia a Miramare ad opera di 4 maghrebini ancora in fuga. "Lo stupro è un atto peggio ma solo all'inizio - aveva scritto Abid Jee, 24enne proveniente da Crotone ma di origini pakistane -, una volta si entra il pisello poi la donna diventa calma e si gode come un rapporto sessuale normale". Parole scandalose che avevano scatenato l'indignazione sui social.

Avvertito il guaio, spiega il Resto del Carlino che aveva sollevato la polemica sui quotidiani, il prode mediatore culturale ha cercato a suo modo di difendersi, nel peggiore dei modi: "Io vi chiedo scusa, perdonatemi - si legge sul suo profilo Facebook -. La verità è che tutti attaccano gli immigrati". Motivazione piuttosto surreale, ovviamente travolta da altri insulti.(libero quotidiano.it)

Uno mi ha fatto vedere la pagina di facebook di questo Pakistano, gli insulti che ha preso lo sa solo lui, ne ho lette di tutti i colori

Il problema è?

Ma di questi qua quanti la pensano come lui?

stendiamo un velo pietoso