Freeforumzone mobile

Lutto a Spa Anthoine Hubert

  • Posts
  • OFFLINE
    leonzanna
    Post: 2,133
    Registered in: 12/13/2007
    Location: TRIESTE
    Age: 59
    Gender: Male

    STAFF IPERCAFORUM



    00 9/1/2019 2:06 AM
    Al secondo giro della gara di Formula 2, dopo la compressione del Raidillon, Hubert perde la verrura che dopo essere andata a sbattere contro le barriere, rientra in pista e viene centrata da Correa (frattura alle gambe).

    Il giovanissimo 22enne francese Anthoine Hubert era alla sua prima stagione nella categoria.

    Non vorrei risultare inopportuno in occasiine di tragedie come questa, ma se c'è la possibilità di attenuaŕe, anche solo un po', il dolore fortissimo per i tifosi, gli amici e soprattutto per i familiari, mi piace pensare che stavano facendo ciò che per loro era la loro stessa vita.

    [SM=x44471]
  • OFFLINE
    Etrusco
    Post: 192,594
    Registered in: 2/28/2002
    Gender: Male

    AMMINISTRATORE
    PRINCIPALE



    ADMIN
    Monsignore
    IperF1 2008
    IperUTENTE 2010
    Briscola IperCafonica 2012
    00 9/1/2019 9:38 AM
    Re:
    leonzanna, 01/09/2019 02.06:


    Non vorrei risultare inopportuno in occasiine di tragedie come questa, ma se c'è la possibilità di attenuaŕe, anche solo un po', il dolore fortissimo per i tifosi, gli amici e soprattutto per i familiari, mi piace pensare che stavano facendo ciò che per loro era la loro stessa vita.

    [SM=x44471]




    Sicuramente era consapevole, come tutti i suoi colleghi, dei rischi che correva, anche se lui era uno dei più prudenti e razionali in pista, non ha caso lo ho visto spesso affiancato nei box da Prost, anche lui con la fama di "Professore".

    Rip

    _________________


    Non condivido le tue idee, ma darei la vita per vederti sperculeggiare quando le esporrai.
  • ONLINE
    rufusexc
    Post: 1,390
    Registered in: 6/23/2005
    Location: ROMA
    Age: 52
    Gender: Male

    Utente Power



    00 9/7/2019 5:27 PM
    Tutti gli sport motoristici sono pericolosi, chi più chi meno. Certo la tecnologia ha fatto passi da gigante, dall'anno orribilis (1994) della morte in prova di Ratzenberger (che pochi ricordano) e Senna in gara a Imola, alla morte di Jules Bianchi in Giappone (2014) è stata fatta molta strada, ma il pericolo è sempre in agguato.
    Chi corre in questi sport sa che l'incidente mortale è sempre dietro l'angolo, ma la passione e l'adrenalina del correre a quelle velocità è più forte di ogni buon senso.
    La morte di un giovane fa sempre impressione.

    _________________

    "feriscono il mio cuore
    d'un languore
    monotono." Paul Verlaine