00 12/6/2021 12:15 AM
Morto Toni Santagata:
cantò “Squadra grande, squadra mia”



Aveva 85 anni, portò in cima alle hit “Quant’è bello lu primm’ammore”.
Fondatore della Nazionale artisti, fu a lungo capocannoniere


È morto improvvisamente Toni Santagata, cantante, cantautore, compositore, conduttore in radio e tv, popolarissimo negli anni ‘70 e ‘80, cabarettista famoso a Roma, protagonista di tante trasmissioni dell’epoca da A come agricoltura a Canzonissima. Era sua la sigla di Goalflash e Domenica Sprint: “Squadra grande, squadra mia”, che diventò anche la canzone-simbolo dell’Italia che vinse i Mondiali nel 1982. Con canzoni come “Quant’è bello lu primm’ammore” e “Lu maritiello” aveva portato il folclore pugliese in testa alle hit.


CAPOCANNONIERE — Toni Santagata aveva 85 anni, il suo vero nome era Antonio Morese ed era nato a Sant’Agata di Puglia il 9 dicembre 1935. A darne la notizia della morte è stata la moglie Giovanna. Santagata è stato un artista versatile, in carriera è stato anche conduttore in tv e ha composto 6 opere musicali moderne. La più nota è Padre Pio Santo della speranza, eseguita in Vaticano presso l’Aula Paolo VI la sera della canonizzazione del Santo. La canzone finale, Padre Pio ho bisogno di te, è diventata la preghiera ufficiale dei fedeli del santo. Toni Santagata era stato tra i fondatori della Nazionale Artisti e a lungo è stato anche il capocannoniere.

Gasport

Fonte: Gazzetta dello Sport

_________________