00 12/16/2008 3:25 PM
Sharon Den Adel: stupenda iperfemmina e grandissima voce






Stand my ground (live with Black Symphony Orchestra)









da wiki:

Sharon Janny den Adel (Waddinxveen, 12 luglio 1974) è una cantante olandese.

Within Temptation [modifica]
Insieme a Robert Westerholt, Sharon den Adel è un membro fondatore della Symphonic Metal band Within Temptation, che definisce un progetto epico e cinematografico.
La sua voce da soprano è l'elemento più caratterizzante del suono della band. Ha dichiarato più volte di non aver mai preso lezioni di canto, ma di essere sempre stata autodidatta, ricantando a modo suo le canzoni che le piacevano; ha solo avuto qualche consiglio sulla tecnica di respirazione.
Prima di diventare una cantante a tempo pieno, Sharon lavorava per un'agenzia di moda. Tuttavia, dopo il successo del singolo Ice Queen, è stata costretta ad abbandonare il proprio lavoro, anche se continua ad utilizzare le sue conoscenze in ambito della moda al servizio della band; ha dichiarato infatti: « Ho sempre disegnato i nostri oggetti di merchandising. È qualcosa che faccio con divertimento perché era quello che facevo prima di diventare cantante a tempo pieno. Ho anche disegnato i miei vestiti e quelli degli altri componenti della band. Lavoro insieme ad un designer. Mi piace disegnarli, ma poi il lavoro di cucirli lo lascio ad altri. Li disegno solamente, poi li passo al designer. Chiedo ai ragazzi quali abiti preferiscono vestire per essere più comodi sul palco, perché è quello che è importante quando suoni. E oramai so quali sono i loro gusti. Ormai mi riesce bene a disegnare abiti per me e per loro »[1].
Ha dichiarato che il momento più imbarazzante con i Within Temptation è stato « [...] quella volta che non riuscivo e levarmi il vestito durante un cambio d'abito nel mezzo di un concerto. Ero nel backstage e la cerniera non voleva aprirsi. La band aveva già suonato l'intro tre volte e non potevo fare altro che tornare sul palco con lo stesso vestito con la cerniera dietro semi-aperta cercando di tenerla chiusa mentre cantavo e facevo headbanging. Alla fine della canzone ho spiegato cosa era successo perché il pubblico aveva capito che qualcosa non andava e ho ricevuto un grandissimo applauso. Alla fine ho continuato lo show dopo aver rappezzato la cerniera con del nastro adesivo »[2].


Altre band [modifica]
Ha cantato sul palco e in studio con celebri band come gli After Forever, De Heideroosjes e i Delain. Ha inoltra recitato nella parte di Anna Held nel progetto di Tobias Sammet, Avantasia.
Tra i suoi artisti preferiti annovera i Muse, gli HIM, Preisner, Tori Amos, Heather Nova, i Type O Negative, i Paradise Lost, Bjork, i Nirvana, i Pearl Jam, gli A Perfect Circle, gli Orphanage, Annie Lennox, gli Enigma e Kate Bush.
Ha sempre ammesso che le sarebbe piaciuto collaborare con Kurt Cobain[3].

Vita personale [modifica]
Sharon den Adel è fidanzata con Robert Westerholt, chitarrista e co-fondatore dei Within Temptation. La cantante dichiara che la loro relazione non causa alcun tipo di problema all'interno del gruppo, anche attraverso queste parole: « [...] quando viaggi durante i tour, band e crew diventano una grande famiglia. Così il fatto che Robert sia il mio ragazzo passa quasi inosservato »; ha inoltre dichiarato che quando si stufa di stare in mezzo agli uomini, esce con Debby (tecnico della batteria) per parlare di cose più femminili[4].
Sharon e il suo compagno Robert, hanno inoltre una figlia, chiamata Eva Luna e nata il 7 dicembre 2005, infatti la cantante era già incinta durante il tour per il loro terzo album The Silent Force, e quindi anche durante le riprese del grande concerto tenutosi a Java Eiland conenuto nel DVD The Silent Force Tour.
Sharon vive a Gouda (Olanda), ma durante la sua vita ha vissuto in dieci paesi diversi. Ha due gatti chiamati Haplo e Lola, non mangia carne rossa e dichiara che in un'isola deserta porterebbe Robert e una chitarra.




_________________






And love was there in vain, PROFOUND and deep but traced with pain - too early for a child of TEN
Loving the pure and sane he sought the goddess unstained - watching them turn to flesh again
HUNGRY for both the PURITY and SIN
Life seemed to him merely like a GALLERY of how to be
And he was always much more HUMAN than he wished to be
But there is a LOGIC to his world, if they could only see
(Pain of Salvation - Beyond the pale)